LEGA NAVALE ITALIANA

Sezione di Savona

 

LA "REGATA DI COLOMBO" A ESCAPE, TIMONATA DA TOMMASO BISAZZA

 

Savona, 16/10/2005

  

La Lega Navale savonese ha organizzato il 16 ottobre la regata velica celebrativa della "Giornata Nazionale di Cristoforo Colombo". Forse non tutti sanno che prima di diventare il pioniere dei navigatori del "mare oceano", Colombo aveva cominciato il suo apprendistato marino proprio all'ombra della Torretta di Savona, con i suoi primi imbarchi giovanili alla volta di Schio, nel mediterraneo orientale: la manifestazione aveva quindi anche lo scopo di evidenziare questo particolare storico che ha evidentemente lasciato un segno nella vita del navigatore che ha poi chiamato "Saona" una delle isole caraibiche scoperte nel suo secondo viaggio.

La cronaca della Regata di Colombo registra sole e tramontana maneggevola al via nella baia di Albisola. Ma, gi al termine della prima bolina, una brezza da levante si sostituita alla termica da terra, rivoluzionando le posizioni nel breve buco di vento seguito allo "scontro" fra i due venti.

Season (Gran Soleil 43 di Mario Igor Rossello) ha girato per primo la boa di bolina, seguito da Vitamina (Dheler 39 di Angelo Zelano) ma le due leader sono rimaste bloccate nel buco di vento che ha consentito ad Escape (Mescal 31 timonata da Tommaso Bisazza) di raggiungerle e distanziarle di ben 4 minuti, favorita dall'aver preso per prima il nuovo vento sopraggiunto da poppa. Escape poi riuscita a mantenersi al comando e ad andare a vincere la prova, sia pure con un distacco finale ridotto a un minuto e mezzo su Season in rimonta.

Nella classe "Libera senza spi", vittoria di Cris Rosso, Mescal 818 di Sergio Rossi, tornata in regata dopo due o tre lustri  di assenza e apparsa subito ancora velocissima e imprendibile nella brezza. Seconda posizione per Fylla, Hanse 371 di Gianfranco Gaiotti, con encomiabile terzo posto della veterana Mistral, Karate timonata da Roberto Palinuro.
Menzione particolare per la sfida fra le due Aloa 29, vinta da Albatros (timonata da Valtero Zunino) dopo un altalena di sorpassi con White Wisp, di Ilario Caristo in equipaggio famigliare, con consorte e figlie: due bambine, perfette "mascotte" di una bella festa di sole e di vela alla Lega Navale.

 


Fine della pagina