Lega Navale Italiana

Sezione di Savona


 

Savona, 07/09/2019

 

Snorkeling naturalistico giovanile di fine estate nell’Area Marina Protetta di Bergeggi

 

Ritorno a scuola con maschera e boccaglio per  23 allievi della “Sezione Blu” delle medie di Albissola

 

Quando manca ancora una settimana al termine delle vacanze estive , la classe 1^C delle Medie De Andrè di Albissola Marina è in un certo senso rientrata a scuola in anticipo, sabato 7 settembre, a bordo della motobarca “il Grillo”, vera e propria aula galleggiante di educazione ambientale della Lega Navale savonese, per una sessione di snorkeling naturalistico all’isolotto di Bergeggi, nella omonima Area Marina Protetta.

L’iniziativa fa parte del programma scolastico “Sezione Blu”, con cui da un paio di anni gli allievi della classe 1^ C delle medie dell’Istituto Comprensivo delle Albissole frequentano in primavera alla LNI Savona il corso di Educazione alla tutela dell’ambiente marino, oltre a sessioni di nuoto e snorkeling in piscina ed altri incontri incentrati su argomenti di cultura del mare.  Nei due anni scolastici successivi, il programma si completa con la partecipazione degli allievi, tra l’altro, anche ad un corso di avviamento alla vela in 2^ C, seguito da un corso di windsurf in 3^ C.

Per gli allievi della (ormai ex) 1^ C, i loro docenti ed i biologi marini che curano l’iniziativa, sarebbe proprio il caso di dire “dove eravamo rimasti …”, perché così come il 1° di giugno avevano concluso il vecchio anno scolastico con una esperienza di snorkeling naturalistico e pulizia dei fondali presso lo Scoglio della Madonnetta, al confine fra Savona ed Albissola, anche per iniziare la 2^ C sono tornati ad indossare maschere, boccagli, mute e pinne.

Per raggiungere l’isolotto di Bergeggi, a sei miglia da Savona ma a poche centinaia di metri dal litorale, gli allievi della (ex) 1^ C, più qualche “imbucato” di 2^ e 3^ C, si sono imbarcati anche su due gommoni dei sub della sezione, autorizzati come la motobarca “il Grillo” ad ormeggiare ai gavitelli per i diving disponibili nell’Area Marina Protetta, e sono stati “scortati” dal gommone della Capitaneria di Porto di Savona, con a bordo il Comandante della stessa, che è a propria volta uno dei docenti del programma “Sezione Blu”, per le lezioni sulla sicurezza in mare, e si è immerso anche lui con allievi e docenti, oltre ai biologi marini nel ruolo di guide ed ai sub della sezione che hanno assicurato la necessaria assistenza.

Spettacolare il gran numero di cernie ed orate di grandi dimensioni, tra quanto gli allievi hanno potuto osservare in una bella mattinata di sole nell’acqua cristallina dell’isolotto di Bergeggi, a conferma dell’efficacia dei processi di ripopolamento che vengono assicurati dalle aree marine protette.