Lega Navale Italiana

Sezione di Savona


 

Snorkeling, che passione!

Nuovo bel tuffo, sabato 27 agosto, di una ventina di giovani, impegnati nell’esplorazione dei fondali savonesi con maschera e boccaglio, significativa per la sensibilizzazione alla tutela dell’ambiente marino.  

Giunta al quarto anno, l’iniziativa viene curata dalla Scuola Sub A.R.A. della sezione (istruttori F.I.P.S.-A.S. Antonello Montis e Antonello Cirotto), in tandem con i biologi marini della R.E.P.A. s.c.r.l. di Genova (Dott.ri Paolo Bernat e Andrea Molinari), che sono anche i docenti dei corsi di Educazione alla tutela dell’ambiente marino offerti ogni anno dalla Lega Navale savonese alle scolaresche (344 gli allievi di 16 classi della scorsa primavera),  e con la collaborazione di Soci L.N.I. esperti apneisti (Marco Arbarello e Massimo Fantino), che hanno tra l’altro messo a disposizione i propri gommoni.

L’immersione si è svolta, nell’acqua cristallina di una bella giornata di sole, sui fondali dello ”scoglio vela”, macigno che deve il nome alla caratteristica forma emersa simile ad una randa con picco degli Optimist, a poche decine di metri dal promontorio che delimita a ponente la baia di Celle Ligure. Raggiunto a bordo di tre gommoni, anche questo sito offre tante di "curiosità", come gli altri due ambienti dove si alternano le sessioni di snorkeling giovanile, nell'Area Marina Protetta dell'Isola di Bergeggi, o sugli scogli della Margonara, fra Savona ed Albissola,.

Numerosi i suggestivi colpi d’occhio, dai riflessi della luce “sotto” le onde, a quelli sulle piccole dune del fondo di sabbia, fino alla flora e fauna incontrata e descritta dai biologi agli allievi, fra cui si distinguono, nelle immagini che seguono:

-       nella foto grande, salpe sullo sfondo (Sarpa salpa), con un bel primo piano di una perchia (Serranus cabrilla) o forse uno sciarrano (Serranus scriba), e, posata sul ciglio della roccia, una bavosa (un po’ sfuocata….);

-       nelle altre quattro foto, da sinistra:

- la spugna Ircinia oros,

un porifero della classe Demospongiae;  

 

- la madrepora Cladocora caespitosa, un esacorallo endemico del Mediterraneo che, come i coralli dei reef tropicali, ospita alghe simbionti, le zooxantelle. E’ un organismo biocostruttore, che la L.N.I. Savona progetta di far censire, lungo la beach-rock di Borgio o Pietra Ligure, agli allievi del Liceo Scientifico Orazio Grassi di Savona, nell’ambito di una collaborazione di alternanza scuola lavoro nell’anno scolastico 2016-2017;  

 

- un riccio di mare, Arbacia lixula (quello che viene impropriamente chiamato “riccio maschio”, essendo i ricci ERMAFRODITI);   

-  alga rossa, Liagora viscida.