Lega Navale Italiana

Sezione di Savona


MEDITERRANEAN ODYSSEY 2002

Dal diario di bordo di SHAMAL ( Davide Biancheri )

 

14 maggio 2002 (tappa da Mahon ad Alghero)

 

ore 11:00 – Partiti a vela dall'interno del fiordo di Mahon, con un'allineamento costituito dall'albero dei segnali del porto e un campanile sulla sponda opposta. Ci siamo buttati in mezzo alle barche più grosse in una feroce bolina con il coltello fra i denti, bordeggiando fra le isolette del fiordo e virando solo quando lo scandaglio indicava 2 metri d'acqua, per cui siamo usciti da Mahon alla grande. Una volta in mare aperto, si è potuto poggiare per la rotta su Alghero e solo a questo punto le barche più lunghe sono riuscite ad avere il sopravvento.

 

L’equipaggio è composto da Federico Toscano, Sandro Becce, Dino e Davide Biancheri, Mauro Solinas.

 

ore 12:30 – Abbiamo dato lo spi, c'è un bel sole e la vita è bella.

 

ore 15:30 – Continuiamo alla grande sotto spi, al timone di Shamal c'è Sandro che si gode il surf sull'onda e non vuole il cambio. Crediamo di aver avvistato dei grampi, ma il riconoscimento è incerto perché erano distanti.

 

ore 17:30 – Alle 17 abbiamo ammainato lo spi, perché il vento si è abbonacciato e abbiamo attaccato il motore. E' sparita anche l'onda spinta dal vento e sul mare calmo avvistiamo con facilità una infinità di tartarughe, che si immergono solo quando la barca è a breve distanza.

 

ore 19:30 – Si continua a motore, ma con il mare calmo possiamo fare andare la cucina a tutto gas e ceniamo con una montagna di fumante pasta al pesto.

 

ore 22:30 – Continuiamo a smotorare. E' una nottata bellissima con venere sopra uno spicchio di luna come nella pubblicità di un famoso amaro. Abbiamo attaccato l'autopilota e c'è un solo uomo di guardia a turni di un ora, così si dorme per quattro ore a testa.

 

 

Fine della pagina della vela