L.N.I. Savona

Gruppo Sportivo Motonautico

Specialità Moto d'Acqua

Campionato Italiano Circuito di Moto d'Acqua 2005

San Benedetto – 10 luglio 2005 – 4° prova


Non mollare e provare a ribaltare la situazione,

parola d'ordine di Alessio Schintu

 

Problemi meccanici anche a San Benedetto, come già a Palermo nella 3^ prova di un Campionato Italiano ormai compromesso.

La stagione agonistica di Alessio Schintu, portacolori della LNI Savona, sembra così continuare in salita, dopo essere cominciata male con l'incidente alla prima gara del Campionato Italiano. Prendersela con la sfortuna non fa parte della mentalità sportiva di Alessio, ma non è facile classificare altrimenti disavventure come quella della trasferta di Murcia, in Spagna per il Campionato Europeo I.J.S.B.A., dove Alessio Schintu e il campione italiano Angelo Bertozzi sono stati letteralmente spogliati di tutto dopo essere stati narcotizzati nel sonno durante una sosta del loro camper in un parcheggio dell'autostrada dalle parti di Barcellona. Per poi rompere il motore in gara come è successo ad Alessio Schintu sia in Spagna l'8 maggio sia nelle ultime due prove del Campionato Italiano, a Palermo il 12 giugno e  a San Benedetto del Tronto il 10 luglio.

 

Un'accenno di inversione di tendenza si era materializzato alla "King of the diga" di Chioggia.

Un entusiasmante slalom parallelo e una impegnativa staffetta, prima di corsa a piedi e poi in moto d'acqua, sono alcuni degli ingredienti che fanno della "King of the diga" di Chioggia quella che viene considerata "la più bella festa di moto d'acqua d'Europa".

Cento metri di corsa sulla lunga spiaggia fino alla battigia per saltare in sella alla moto d'acqua e sfrecciare sul circuito di boe davanti al pubblico dei bagnanti delle spiagge e delle barche, stimato in centomila persone nei tre giorni della manifestazione nel primo fine settimana di luglio. Al ritorno a terra, veloce passaggio del testimone al compagno di team che corre per altri cento metri e si rigetta nella mischia del circuito.

Alessio Schintu, ha vinto lo slalom parallelo in Runabout Superstock lungo la "diga" foranea di Chioggia mettendo in mostra tutto il suo talento ma il successo individuale non gli è bastato a diventare il "re della diga" per la defaillance del compagno di gara nella staffetta.

 

"Non mollare e provare a ribaltare la situazione" è la parola d'ordine di Alessio già dal prossimo fine settimana ad Alghero al Campionato del Mondo e poi a fine luglio in Portogallo nel Campionato Europeo U.I.M. di cui è campione in carica.