L.N.I. Savona

Gruppo Sportivo DILETTANTISTICO Motonautico

Specialità Moto d'Acqua

CAMPIONATO ITALIANO 2006  MOTO D’ACQUA CIRCUITO

 Jesolo – 27-28 maggio – recupero della 1° tappa


Paola Boggi e Riccardo Camporese in evidenza nel Campionato su Circuito

 

La 1° prova del campionato Italiano Moto d'Acqua specialità Circuito, annullata per maltempo a Fano a fine aprile, è stata recuperata a Jesolo nell'ultimo fine settimana di maggio.

 

Nelle gare della Jet Sky femminile del sabato, bella prova di Paola Boggi, portacolori della Lega Navale savonese, che ha dato spettacolo in seconda posizione a un incollatura dalla leader per oltre metà gara, prima di cedere alla fatica e concludere tutte due le manche in quarta posizione. 

La tecnica è delle migliori e la pilota di Albissola deve migliorare la tenuta atletica, come riconosce commentando: "Per impegnarmi ho bisogno del clima delle gare, infatti d'inverno trascuro un po' gli allenamenti perché non ho lo stimolo della tensione agonistica. Ora però intensifico la uscite in mare per riuscire a restare competitiva fino in fondo alle due manche".

 

Nelle gare delle Runabout Stock in programma la domenica, Riccardo Camporese ha ingaggiato una furibonda battaglia a "sportellate" con gli avversari alla partenza, riuscendo ad uscire dal gruppo e a conquistare una brillante seconda posizione che ha mantenuto fino a quando non si è fatto tradire dalla curiosità di voltarsi a controllare il distacco sugli inseguitori: un errore da inesperienza che il pilota savonese, alla sua seconda gara in campionato, ha scontato incappando in una caduta causata dall'ondata dell'avversario davanti, di cui non si è accorto perché era voltato, e perdendo tempo e posizioni per ripartire. La gara è stata molto impegnativa, come evidenziano i numerosi ritiri, e Camporese ha concluso in sesta posizione tutte due le manche, anche se nell'ultima figura al nono posto per le penalizzazioni accumulate nei salti di boe che il pilota è convinto di aver regolarmente ripetuto ma nella bolgia delle sedici moto in gara qualcuna può essere passata inosservata.

"Ciò non toglie che mi sono divertito da matti - è stato il commento a fine gara - con l'adrenalina alle stelle, galvanizzato dalla bella scoperta di poter lottare nelle prime posizioni".

 

La verifica al secondo appuntamento in programma a San Vincenzo, il 10 giugno.