L.N.I. Savona

Gruppo Sportivo Motonautico

Specialità Moto d'Acqua

 Palermo – 1 e 2 maggio 2004 – 1° prova


CAMPIONATO ITALIANO MOTO D’ACQUA 2004

 

 

E’ cominciata la lunga galoppata di Alessio Schintu nelle RunAbout  Superstock

la categoria di cui il pilota della Lega Navale savonese detiene del titolo

 

 

E’ cominciata da Palermo la lunga galoppata di Alessio Schintu nelle 7 prove in progamma del Campionato Italiano 2004, nella categoria Runabout Superstock.

 

La gara di apertura si è svolta su un circuito caratterizzato da una partenza molto lunga e in condizioni di mare calmo dove contava prevalentemente la potenza dei motori piuttosto che la tecnica individuale. In queste condizioni le nuove RDP a quattro tempi da 215 cavalli si sono confermate nettamente superiori alle altre moto d’acqua.

Già nel 2003, Alessio era partito nel ruolo di “cenerentola” del campionato ma ben presto, il formidabile portacolori del Gruppo Sportivo Moto d’Acqua della Lega Navale savonese aveva trasformato l’apparentemente improponibile confronto con i piloti dei team ufficiali in una entusiamante sfida di “Davide contro Golia” conclusa con la conquista del titolo nazionale contro i pronostici che non lo davano fra i favoriti.

Quest’anno lo strapotere delle nuove moto a quattro tempi è già apparso chiaro già nella gara di apertura dell’Europeo in Spagna, per cui anche Alessio Schintu ha ordinato a propria volta una nuova RDP essendosi reso conto che in sella alla sua vecchia Sea Doo 1200 c.c. non sarebbe stato competitivo nella difesa del titolo nazionale della classe regina.

 

In attesa della nuova moto, Alessio si è comunque messo in evidenza a Palermo con due ottime partenze in testa al gruppo ma si è poi visto superare nei rettilinei senza poter opporre resistenza. Nella prima prova è stato messo fuori gioco da un guasto e nella seconda è riuscito a concludere in quinta posizione nonostante abbia corso sul muletto, tra l’altro incidentato da un amico al quale aveva prestato il mezzo nella prima prova.

 

Ha vinto tutte due le prove Cesare Vismara dello Y.C. Serenissima, che ha rilevato la moto ufficiale di Bosio e si è portato al comando della classifica con 40 punti, seguito da Lorenzo Benaglia a 30 punti (3-3), Paolo Paesani a 24 punti (4-5), un terzetto ax-aequo a 22 punti con Gianni D’aquila (2-8), il campione mondiale Angelo Bertozzi (2-8) e Massimo Baggio (4-6). Alessio Schintu è per ora 7° a 11 punti (Rit – 5) ma ha la soddisfazione di aver lasciato in coda affermati campioni nella seconda prova corsa con il muletto.

 

La prossima prova del Campionato Italiano è in programma a Fano il il 15-16 maggio.