LEGA NAVALE ITALIANA

Sezione Di Savona

Gruppo Sportivo Motonautico

Lago di Bolsena – 7 e 8 giugno 2003 – 2^ prova


CAMPIONATO ITALIANO MOTO D’ACQUA 2003

 

 

 Alessandro Beltramo nelle Jet Sky e Alessio Schintu nelle RunAbout dominano il campionato

 

Dopo la seconda prova, i portacolori del Gruppo Sportivo Moto d’Acqua della Lega Navale savonese sono saldamente al comando del Campionato Italiano 2003 nelle rispettive categorie.

 

Jet Sky

Con un terzo e un secondo posto sul lago di Bolsena, Alessandro Beltramo, si è aggiudicato la vittoria nella categoria esordienti Jet Sky Stock delle moto di serie, preceduto da Marco Comellini e Manuel Alberton nella prima manche, e da Ennio Dalmasso nella seconda manche.

Dopo la vittoria nella prova di apertura a Fano, Alessandro è al comando della classifica con 72 punti, seguito da Dalmasso (punti 51) dello YC Cagliari, Alberton (punti 50) dell’A.M. Pavia e Comellini (punti .49). 

.

Nella categoria Jet Sky Superstock, oltre a competere con la sua Polaris assolutamente di serie contro le moto modificate, l’esordiente Alessandro sfida piloti esperti contro i quali è riuscito a completare le due manche in sesta ed ottava posizione, conseguendo un ottimo 5° posto di giornata.

A questo punto, Alberto Monti guida il campionato a punteggio pieno (40 punti), seguito da Angelo Bertozzi (52), Franco Piscaglia (39) e dal diciassettene Alessandro, al 4° posto con 36 punti, pressato da Venturini (35) e Burt Ryan (34). 

Con il giovanissimo Beltramo in bella evidenza fra i “grandi”, come denota il divario fra il suo numero di gara “259” e i numeri “1”, “2” e “5” dei piloti che lo precedono in classifica, anche la lotta in questa categoria decisamente in salita, per lui, si fa davvero appassionante almeno per i colori della Lega Navale savonese. 

 

RunAbout

Con due perentorie vittorie, il trentenne Alessio Schintu si dichiara “molto, molto soddisfatto” della sua prestazione nella categoria RunAbout SuperStock, nella quale la moto va condotta da seduti ma che invece, per la rottura della sella, ha dovuto condurre stando in piedi per tutta la gara sul lago.

Nonostante lo scomodo inconveniente, Alessio ha dominato la prima prova infliggendo un notevole distacco al campione in carica Cesare Vismara, che godeva dei pronostici della vigilia, e al genovese Christian Speciale.

Nella seconda prova, Alessio è partito dietro a Lorenzo Benaglia, che è un pilota davvero forte e inoltre dispone di una moto accreditata della velocità di 76,5 nodi (contro i circa 70 nodi della categoria), elaborata per imporsi nelle partenze lanciate del mondiale. Dopo la rottura del motore di Benaglia, Alessio è passato ancora una volta al comando completando la manche davanti a Speciale e Vismara.

 

Forte di una buona affidabilità del mezzo e di una preparazione svolta in un ambiente sereno e appagante come la bella Marina Piccola, a nord di Cagliari, dove gli allenamenti per le moto d’acqua sono possibili con le boe a 5 metri dalla costa, franosa e quindi interdetta ai bagnanti, Alessio Schintu è al comando del Campionato Italiano con 77 punti, precedendo Vismara della YC Serenissima a quota 62, e Speciale della AM Ligure a 60 punti.

 

La sfida continua all’appuntamento di Catanzaro del 21 e 22 giugno.

.