LEGA NAVALE ITALIANA

Sezione Di Savona

Gruppo Sportivo Motonautico

MOTO D'ACQUA – 2^ prova Campionato Europeo 2002

19 e 20 luglio 2002  - Mirandela (Portogallo)


 

Formidabili rimonte del quindicenne Alessandro Beltramo in Portogallo

 

Mirandela è la capitale europea della moto d'acqua, di cui ospita addirittura l'unico monumento esistente al mondo. Lo sport dello Jet Sky è molto seguito in Portogallo, infatti a Mirandela erano presenti 10.000 spettatori per assistere alla 2^ prova del Campionato Europeo Moto d'Acqua.

A Mirandela, il pubblico è gratificato da un ottima visibilità del circuito di gara, collocato in un canale molto stretto, dove l'acqua è esageratamente agitata dal rimbalzo delle onde sui muraglioni. Lo spettacolo è quindi assicurato, oltre che dalla vicinanza degli spettatori ai centauri del mare, anche dalle acrobazie cui sono costretti i piloti nella difficile arena di onde incrociate da cavalcare. 

.

Qualificazioni

Alessandro Beltramo partecipa all'Europeo nella categoria Limited, degli jet sky "preparati", in cui il livello dei concorrenti risulta addirittura più elevato di quello del Campionato Mondiale, infatti sono presenti molti campioni del mondo che non prendono parte alla trasferta mondiale americana.

La concorrenza è quindi fortissima e riuscire a qualificarsi alle tre manche della gara è già un bel risultato.

1^ manche: 8° per noie al motore

Sabato 19 luglio, Alessandro è rimasto fermo al palo alla partenza della prima manche, tradito dal motore. Partito ultimo, si è esibito nella spettacolare rimonta di ben 14 concorrenti ed ha concluso la manche all'ottavo posto.

2^ manche: 9° dopo essere rimasto fermo al via

Domenica 20 luglio, l'incubo  si è ripetuto alla partenza della seconda manche, quando il motore non è andato subito in moto, probabilmente per miscela troppo magra. Come da copione, Alessandro ha di nuovo inanellato una serie di giri veloci caratterizzati da un sorpasso dopo l’altro fino a concludere al nono posto.

3^ manche: 5° complici due cadute

Con la moto Finalmente a punto,  nella terza manche il giovanissimo portacolori della Lega Navale savonese è scattato in seconda posizione ed è rimasto nel gruppo di testa per i primi tre giri. Poi, a causa di un paio di cadute nel frullatore di onde di Mirandela, ha perso il contatto con i più veloci ma ha comunque concluso la prova con un ottimo quinto posto. 

Con l’8^ posizione nella classifica finale della 2^ prova dell’Europeo, Alessandro fa bel miglioramento rispetto alla 1^ prova in Inghilterra (10°- 18°- 11°)  e risulta 8° su 22 concorrenti anche nella classifica generale dopo  due prove.

.

Le impressioni di Alessandro

“Sono abbastanza contento perché ho visto che, senza i problemi di messa a punto del motore,  vado forte nei primi tre giri, dove tengo il ritmo dei primi. Poi li vedo andare via perché evidentemente accuso un calo fisico. In effetti mi sono presentato a questo appuntamento un po' a corto di allenamento perché - per tutti i problemi che mi ha dato il motore anche durante la preparazione - ho potuto effettivamente girare in allenamento solo 13 volte, e la scarsa resistenza fisica è ancora più penalizzante su questo circuito di onde incrociate davvero massacranti.”

"La gara è stata fantastica, anche se faceva molto caldo. Credo che questa prova abbia offerto il massimo per un appassionato di moto d'acqua, con un pubblico impressionante, una gara molto bene organizzata e un lotto di concorrenti arrivati fino dall'Estonia, da Israele e dal Marocco".

.

I prossimi impegni

I prossimi appuntamenti con il Campionato Europeo saranno in Belgio, a inizio agosto, nella difficile gara di Dinant che si svolge in un circuito molto veloce dentro a un canale strettissimo dove i sorpassi sono problematici e tutto dipende dalla potenza per portarsi in testa fino dalla partenza.

Poi, a fine agosto, la 4^ prova dell'Europeo è in programma a Savona, dove il problema sarà quello di fare bene davanti al pubblico di casa…"