LEGA NAVALE ITALIANA

Sezione Di Savona

Gruppo Sportivo Dilettantistico Motonautico – L.N.I. Savona

Solenzara – 2-3 maggio 2008 – 1° tappa


 

CAMPIONATO FRANCESE 2008  MOTO D’ACQUA ENDURANCE

.

Buon esordio di Graziella Fontana al Championnat de France

 

Comincia alla "Fantozzi" la stagione 2008 di Grazella Fontana che, con encomiabile "sense of humor", scherza sulla sfilza di disavventure che ha recentemente collezionato, come risulta dal suo racconto, che potrebbe essere la sceneggiatura per una commedia tragicomica sugli "eccessi" della sf…ortuna se non fosse la cronaca fedele della realtà che ancora una volta supera di molto la fantasia.

 

La Fontana inizia la stagione della "traina"... speriamo di no.

Dopo il recupero in mare nell'ultimo allenamento della vigilia di campionato, grazie ai soci della Lega Navale, la font è partita per la Corsica, per la prima prova del Campionato Francese, a Solenzara.

Con il malessere alla spalla "tamponato" dal cortisone, il problema meccanico alla moto irrisolto, e i problemi burocratici di permessi FIM UIM FFM rimandati al dopo gara. Eh già!, perché - come se non bastassero tutti gli altri problemi - la font è finita nel bel mezzo del dissidio fra FFM e UIM, dopo l'invasione di campo di quest'ultima nella passata stagione con sovrapposizione di date che hanno portato i francesi a sbattere la porta e l'organismo mondiale, per ripicca?, a non riconoscere l'internazionalità delle gare di campionato translpino, con conseguente mancato nulla osta della FIM alla partecipazione della font alle gare d'oltralpe.  Ottenuta una deroga, in considerazione dei costi già sostenuti per la prima gara (per le altre si vedrà), la font si è iscritta alla categoria Endurance Championnat, con gare di un ora a prova, come l'anno scorso ma con la novità della nuova classe finalmente totalmente di serie, e corre anche nella categoria Championnat Endurance Feminin con gare di 20 minuti, anche queste per moto totalmente di serie.

Sono davvero apprezzabili i grandi passi avanti del regolamento francese, per assecondare le esigenze economiche/tecniche e di rispetto dell'ambiente.

.

Quando sembrava di poter lasciare sulla spiaggia tutti i problemi andando in mare per le prove della categoria Championnat, la moto non ha retto più di tanto e finalmente si è rotto in modo evidente il difetto latente... si è così potuto scoprire che si tratta di carboncino difettoso sull'albero di trasmissione, che fa prima imbarcare acqua e poi fa grippare l'elica sull'albero.

E' arrivato in soccorso il team francese Off Limits del pilota Medori, che ha davvero sportivamente messo a disposizione una Sea Doo RXTX 2008 255 CV DI SERIE per consentire alla font di partecipare al campionato femminile, con grande gioco di squadra perché, appena la font scendeva dalla moto, giusto il tempo di rifare il pieno e la moto ripartiva con il pilota ufficiale... nella categoria Coupe de France.

La cronaca della gara registra il secondo posto nella prima prova, un guasto alla batteria con conseguente ritiro nella seconda prova, con la "consolazione" dei ringraziamenti del pilota alla font per aver subito il danno in sua vece, e primo posto nella prova conclusiva.

Risultato finale, terza a pari punti ma quarta per la formula di risoluzione della parità, ma il mio preparatore atletico Alessio... dice TERZA.

Prossima gara fra 15 giorni, a Canet en Roussilon.

 

Jet Tour 2008 – Grand Prix de la Còte des Nacres

Campionnat de France Endurance Féminin : Classement aux Points

Pos

Pilote

Manche 1

Manche 2

Manche 3

Points

1

12

LOIODICE Sandy

1° = 200

1° = 200

2° = 170

570

2

8

JOINVILLE Auréile

4° = 125

2° = 170

3° = 145

440

3

6

CHOUKRI Annick

3° = 145

4° = 125

6° = 100

370

4

62

FONTANA Graziella

2° = 170

0

1° = 200

370

5

10

MARCON Catherine

5° = 110

5° = 110

5° = 110

330

6

5

ROUSSEL Marion

6° = 100

6° = 100

4° = 125

325

7

11

TRIVELLI Simona

0

3° = 145

0

145

8

7

BARRET Stephanie

7° =  48

7° =  48

7° =  48

144

 

Formidabile il primo posto nella terza manche, con giro più veloce in 4’:43”:52.

Mica male, considerando che si trattava di una moto provata poco più di una manche.


Fine della pagina