LNI SAVONA

 



 

 

Gruppo Sportivo Motonautico

Specialità Moto d'Acqua

CAMPIONATO EUROPEO MOTO D’ACQUA 2003

 

Imperia, 30 agosto 2003 4^ ed ultima prova

 

Alessandro Beltramo  è il vice-campione europeo della Jet Sky Stock

 

Anche domenica, nella giornata conclusiva del Campionato Europeo 2003 di Moto d’Acqua,  il mare mosso e il libeccio a 30-40 nodi (60-80 Km/h) hanno investito il campo di gara fra i moli di Imperia Poro Maurizio e Oneglia. Qualsiasi altra competizione sarebbe stata annullata, per condizioni meteo marine rischiose, ma le moto d’acqua sono sicure anche nel mare in burrasca, tanto è vero che proprio in questi giorni sono state usate con successo dal Gruppo di Pronto Intervento dei Vigili del Fuoco di Savona per soccorsi in mare altrimenti problematici.

 

Nella prima manche del sabato, la prima delle tre sfide finali per il titolo continentale fra i due leader della categoria Jet Sky Stock aveva visto prevalere il francese Jean Baptiste Botti, a bordo di una Polaris, su Alessandro Beltramo, il giovane portacolori del Gruppo Sportivo Moto d’Acqua della Lega Navale savonese  che, a sua volta alla guida di una Polaris, ha concluso in seconda posizione dopo essere stato in testa per tutta la manche ed aver subito il sorpasso del transalpino all’utlimo giro di boa, dove era stato ostacolato da quattro doppiati.

 

Alla seconda manche, domenica alle 9:30, il pubblico ha assistito ad un’altra ottima partenza di Alessandro Beltramo che dalla seconda posizione è rapidamente passato al comando. Quando i tifosi speravano già nel pareggio delle prime due prove, per giocarsi la “bella” nella terza manche, il ritmo di Alessandro, troppo sostenuto per quel mare, ha causato una caduta, che ha concluso la manche in quinta posizione, mentre Botti chiudeva virtualmente i giochi con un altro primo posto.

 

Alle 13:30, la terza manche si è svolta con onde in calo ma con Alessandro ormai svuotato di energie psico-fisiche per non aver potuto aggredire il mare secondo il suo stile di guida arrembante. Partito in terza posizione, ha rimontato il secondo posto per poi concludere terzo, con Botti ancora una volta saldamente al comando e quindi ormai irraggiungibile in classifica.

 

Nelle dodici manche del campionato, Jean Baptiste Botti vanta un tabellino di marcia di sei vittorie, due piazzamenti, due terzi posti oltre a due squalifiche, che ha però potuto scartare.

Alessandro Beltramo ha inanellato  tre successi, tre piazzamenti, due terzi, due quinti, un dodicesimo e una mancata partenza alla manche di esordio.

Nello spareggio finale, la mareggiata dell’ultima gara ha probabilmente favorito il francese, residente in Corsica, a Bonifacio, dove è allenato ad affrontare i colpi di mare da mistral. Onore al merito del vincitore ma davvero bravo anche ad Alessandro che è andato al di la di ogni più rosea speranza della vigilia.

.

Dopo diecimila chilometri in giro per l’Europa, da  Parigi a Mirandella, in Portogallo, e a Dinant, in Belgio, e migliaia di giri di boa, Alessandro ha concluso il suo “2003 Corona Extra Euro Tour” sul secondo gradino del podio europeo, ad Imperia. Dopo essersi già aggiudicato il titolo italiano con una giornata di anticipo, a sedici anni è davvero l’astro nascente della moto d’acqua. 

 

 

 


Fine della pagina