LNI SAVONA

 



 

 

Gruppo Sportivo Motonautico

Specialità Moto d'Acqua

CAMPIONATO EUROPEO MOTO D’ACQUA 2003

 

Parigi Disneyald – 17 e 18 maggio 2003 – 1^ prova

.

Buon esordio di Alessio Schintu nelle RunAbout  e di Alessandro Beltramo nelle Jet Sky

 

La spettacolare gara di apertura  del Campionato Europeo 2003 di Moto d’Acqua si è svolta in ambiente molto bello, immerso nel verde sullo sfondo della catena di alberghi di Disney Village, con in mezzo un laghetto tanto piccolo e stretto da rivelarsi molto tecnico ma anche con acqua molto mossa.

I portacolori del Gruppo Sportivo Moto d’Acqua della Lega Navale savonese, Alessandro Beltramo e Alessio Schintu, hanno superato senza problemi le batterie di qualificazione, come sempre affollate con oltre 35 piloti per categoria in lotta per la conquista di uno dei 18 posti di accesso alle tre manche finali.

 

Jet Sky

Alla partenza della prima manche, la fortuna non è stata amica del diciassettenne centuauro d’acqua Alessandro Beltramo, la cui Polaris 776 cc 100 HP non è andata in moto per un banale problema elettrico: un contatto fra i capicorda e la  massa della batteria, causato delle vibrazioni nell’alloggiamento davanti al carter, si è rivelato un difetto costruttivo da risolvere spostando in un altro punto la batteria.

Alessandro non si è lasciato scoraggiare ed è andato subito alla riscossa nella seconda manche, con una fantastica partenza in testa al gruppo delle Jet Sky. Ha poi concluso la prova in terza posizione per un errore in curva che, con la nuova moto a fondo piatto, non sembra più il punto forte del suo stile di guida che, sulla Yamaha carenata, faceva la differenza.

Nella terza prova, Alessandro è partito male per poi recuperare posizioni su posizioni fino a concludere al 5° posto in un arrivo al fotofinish dei primi cinque.  Totalizzando 87 punti, Alessandro ha quindi iniziato il campionato in settima posizione nella classifica generale

.

“Sono soddisfatto del 7° posto – ha commentato Alessandro – perché, sfortuna a parte, ho visto che sono competitivo senza problemi nel gruppo di testa e, dato che posso diporre di tre manche di scarto sulle dodici prove da disputare nel Campionato Europeo, ho buone possibilità di rifarmi. Tanto più che, ora che ho visto i valori in campo, mi sono reso conto che siamo in cinque a giocarci il campionato”.

.

La consapevolezza della propria forza ha messo le ali ai sogni di gloria del giovane pilota che, al prossimo appuntamento dell’Europeo, a Mirandela in Portogallo a fine luglio, vorrebbe provare a prendere parte anche alle contestuali prove delle Word Series, se risulteranno aperte anche alle moto di serie (“stock”), con l’obbiettivo di qualificarsi nientechemeno per le Word Finals in Arizona. 

 

RunAbout

Alessio Schintu affronta nella categoria RunAbout SuperStock (guida in sella delle moto modificate) molti piloti ufficiali di “team” che arrivano con TIR carichi di moto e meccanici delle case costruttrici. Dopo la vittoria nella gara di avvio del Campionato Italiano, che non è passata inosservata sulla stampa specializzata per il sorprendente esito del confronto fra Davide e Golia, il pilota trentenne si è messo in evidenza anche in Europa con un crescendo costituito da un 7°, un 6° e un 5° posto, che lo piazzano in 5^ posizione nella classifica generale, a quota 105 punti, dietro a Gimmi Bosio (ITA, 180 punti), Teddy Pons (FRA, 154 p.), Cyrille Lemoine (FRA, 134 p.), Phil Pope (GBR, 127 p.) e Benny Grieten (BEL, 112 p.)

.

Soddisfatto il commento di Alessio: “E’ stata una bella gara, con la moto che si conferma affidabile anche se non velocissima. Ho lavorato molto durante l’inverno sia sulla moto sia per la preparazione atletica e ora si vedono i risultati”.


Fine della pagina