LNI SAVONA

Gruppo Sportivo Canottaggio

Annata agonistica 2008

il diario di voga

17-18 aprile 2010 – Idroscalo di Milano – 1° Meeting Nazionale Allievi e Cadetti



 

 

GRUPPO SPORTIVO DILETTANTISTICO CANOTTAGGIO

L.N.I. SAVONA

a cura di Franco Badino.

 

Oro per Simone Freccero a Milano

 

Si è svolto il 17 e 18 aprile all'Idroscalo di Milano il 1° Meeting Nazionale Allievi e Cadetti, in occasione della “Pasqua del canottaggio” che ha visto la partecipazione di circa 900 atleti appartenenti a 81 Società del nord e del centro Italia.

Il Gruppo Canottaggio della Lega Navale di Savona era presente con solo due atleti che, nelle due giornate di gare, hanno conquistato un primo posto, due quarti ed un quinto.

Sul gradino più alto del podio è salito Simone Freccero nel singolo 7,20 Allievi B metri 1000, al termine di una gara al cardiopalma condotta nelle prime posizioni e conclusa al fotofinish con la vittoria davanti alla Can. Retica, alla Can. Corgeno ed altri cinque concorrenti. Bella prova di Simone che ha proceduto con regolarità e che negli ultimi 400 metri è riuscito ad affiancare l'atleta della Can. Retica per poi sorpassarlo sulla linea del traguardo. 

Nella seconda giornata Simone ha provato a conquistare un'altra medaglia sempre nel singolo 7,20 Allievi B metri 1000 ma questa volta ha dovuto lottare con avversari molto forti, anche loro vincitori nella giornata di sabato, e non ha potuto fare altro che accontentarsi di un quinto posto.

Buona prova anche per Andrea Sosio, l'altro portacolori savonese che ha conquistato due quarti posti: al sabato nel singlo 7,20 Cadetti metri 1500 ha lottato duramente per conquistare un terzo posto ma nulla ha potuto contro la Can Lario, la Can Velocior e la Can. Moltrasio, con la soddisfazione comunque di aver staccato di molte barche gli altri quattro avversari. Alla domenica, altro quarto posto nel singolo Cadetti metri 1500, dove ha trovato avversari di tutto rispetto contro i quali non è stato possibile fare meglio: anche in questa gara Andrea ha lasciato indietro altri quattro avversari.

Soddisfazione nel Gruppo per questi risultati, che hanno confermato che gli atleti sono in grado di competere e di farsi valere anche nei confronti di avversari con maggiore preparazione ed esperienza, malgrado le difficoltà avute nel periodo invernale per gli allenamenti.

Unico rammarico è la mancanza di un numero maggiore di atleti per formare una rappresenativa più agguerrita.


Fine della pagina