LNI SAVONA

Gruppo Sportivo Dilettantistico Canottaggio

Lega Navale Italiana - Sezione di Savona

6-7 giugno 2009 – San Miniato – 3° Meeting Nazionale Allievi e Cadetti


 


 

 

a cura di Franco Badino.

 

Savonesi super a San Miniato

Ottimi risultati dei canottieri savonesi della Lega Navale al 3° Meeting Nazionale Allievi e Cadetti che si è svolto a San Miniato nei giorni 6 e 7 giugno.

Quasi un migliaio di atleti provenienti da tutte le regioni italiane hanno dato vita ad una maratona di oltre 250 gare.

La rappresentativa savonese era composta da solo due atleti che nel complesso hanno ottenuto un oro, un argento ed un bronzo oltre a due quarti posti.

La parte del leone è stata fatta dal giovanissimo Simone Freccero con la conquista di un oro ed un bronzo.

L'oro è stato ottenuto alla domenica nel singolo 7,20 Allievi B primo anno al termine di una gara nella quale Simone ha inflitto un pesante distacco agli altri avversari della Canottieri Calcinaia, Aniene, The Core, Moto Guzzi e Luino.

Al sabato, Simone ha conquistato un ottimo terzo posto dietro a Can. Cernobbio e Marina Militare Sabaudia ma battendo nettamente Can. D'Annunzio, VV.FF. Tomei e Can. Savoia.

Ottimo anche l'argento ottenuto da Thomas Avolio nel singolo Cadetti dietro il fortissimo atleta della Bissolati ma lasciando nelle retrovie Can. D'Aloja, Can. Adria, VV.FF. Carrino e Vittorino da Feltre.

I due quarti posti sono stati ottenuti entrambi da Thomas al sabato: il primo nella gara del singolo 7,20 Cadetti nel corso della quale ha avuto l'amara sorpresa di vedersi portare via il primo posto per colpa di alcune alghe che gli hanno impedito di proseguire con regolarità.

Il secondo nella rappresentativa regionale con l'Otto, dietro a Toscana, Lombardia e Campania in una gara che ha visto tutti i concorrenti arrivare con distacchi minimi.

Simpatica infine la partecipazione di Thomas Avolio con il padre Corrado nella gara in doppio "Padri e Figli", in cui hanno ottenuto un secondo posto nella batteria di qualificazione alla finale alla quale potevano accedere solo i primi classificati.

Ancora soddisfazioni, quindi, in ambito Lega Navale da parte di un piccolo gruppo di atleti che sanno dare il massimo e non hanno paura di nessuno.

 


Fine della pagina