LNI SAVONA

Gruppo Sportivo Canottaggio

Annata agonistica 2000

il diario di voga


30 aprile – Genova Prà Bronzo per la prima volta di Agostinelli in singolo

I canottieri della LNI savonese sono rientrati da Genova con 4 medaglie di bronzo che evidenziano qualche ritardo di preparazione rispetto alle altre società liguri presenti sul bacino di calma di Genova Prà, allietato da una bella giornata di sole.

Dallo spogliatoio si alza qualche mugugno di delusione: "Ci alleniamo duramente, ma i risultati non vengono". In realtà i risultati cronometrici mostrano distacchi minimi dai gradini più alti del podio, che non dovrebbe essere difficile colmare lavorando sulla rifinitura del gesto atletico. All’allenatore Franco Badino infatti basterà seguire ogni atleta in barca da vicino negli allenamenti, per intervenire puntualmente sull’impostazione della vogata e dettare i numeri di colpi necessari a migliorare i tempi e il rush finale per la migliore preparazione delle gare. Se la soluzione è così semplice, perché allora non lo si è già fatto? In effetti un problema c’è ed quello dell’uovo oggi o della gallina domani. In assenza dell’ istruttore Enrico Pino negli allenamenti infrasettimanali, per impegni di lavoro, che cura la formazione dei più piccoli, l’allenatore Franco Badino non riesce a seguire a fondo gli atleti perché deve dedicarsi anche e soprattutto alla formazione del preziosissimo gruppetto di "pulcini" che si sono finalmente avvicinati al canottaggio e senza i quali il canottaggio savonese non avrebbe futuro.

E’ quindi un problema di crescita del Gruppo Canottaggio, la cui soluzione sta nella formazione di nuovi istruttori, prevista con elementi già individuati fra gli atleti.

DOPPIO RAGAZZI: Bella gara per Flavio Pignone e Marco Perata, che sembrano rimanere indietro e invece danno vita a una bella chiusura che li porta su un promettente terzo gradino del podio.

DOPPIO JUNIOR: regata un po’ più difficile per Matteo Marullo e Roberto Zaccarini, cui tocca la barca più vecchia, sulla quale riescono a impostare comunque una bella gara nonostante una partenza lenta che li vede concludere in quarta posizione, ma a un soffio dal podio.

SINGOLO CADETTI FEMMINILE: la tredicenne Silvia Marullo, che lamentava un dolore a una gamba, si è dovuta accontentare del bronzo dopo avere condotto con autorità la prima frazione della gara.

DOPPIO SENIOR UNDER 23 FEMMINILE: sempre senza avversarie nella propria categoria Pesi Leggeri, alle gemelle Daniela e Marcella Taverna tocca ancora remare contro avversarie della categoria Senior, concludendo in quarta posizione.

DOPPIO PESI LEGGERI: gara tiratissima per Alberto Agostinelli e Federico Lapel che, contro avversari fortissimi già entrati nel giro dei nazionali, si tolgono la soddisfazione di un bel terzo posto ad appena una barca e mezzo dai primi.

SINGOLO JUNIOR: delusione per Matteo Marullo, partito troppo forte e calato in finale. Conclude in quinta posizione su sette concorrenti senza riuscirsene a fare una ragione: "Tiravo e non rendevo". Urge l’intervento dell’allenatore per rimettere a punto ritmo e azione.

SINGOLO PESI LEGGERI: ottimo bronzo, su 5 avversari, per la prima volta in singolo del ventottenne Alberto Agostinelli, che è davvero appagato dall’esperienza.

SINGOLO PESI LEGGERI: bronzo anche per il ventenne Federico Lapel, che sfiora addirittura l’argento contro avversari molto quotati.


Fine della pagina