LNI SAVONA

Gruppo Sportivo Canottaggio

Annata agonistica 2000

il diario di voga


1-2 aprile 2000 – Sanremo Bene Silvia Marullo, unica ligure in finale

Trentatre società da tutta Italia, isole comprese, hanno preso parte al Trofeo Vacchino di Sanremo che si conferma test ad altissimo livello per allievi e cadetti. I savonesi sono presenti con le quattordicenni Silvia Marullo e Katia Bolla Sala nella categoria Allievi, che il sabato disputano due eccellenti batterie di qualificazione.

Silvia parte bene, allunga alla sua maniera, vince con due barche di vantaggio ed è l’unica ligure qualificata per la finale delle prime.

Gara di esordio per Katia, che comincia davvero bene qualificandosi per la finale delle terze classificate.

La domenica il tempo peggiora, c’è vento di mare e onda fin dentro il porto di Sanremo: grossi problemi per la regolarità delle gare con invasioni di corsie, collisioni, addirittura due concorrenti che, mentre erano in testa alla propria gara, si rovesciano a 50 metri dall’ arrivo a causa dell’onda causata da un gommone dei giudici.

Vista la sistuazione, Bruno Pignone, dirigente accompagnatore del Gruppo Canottaggio LNI Savona, raccomanda alle due canottiere di cercare di andare subito via di forza in partenza per correre in acqua libera.

Invece a Silvia, cui tocca la corsia centrale, manca lo spunto bruciante del giorno prima e parte male, viene fatalmente chiusa dalle avversarie che faticano a tenre la rotta e ai 250 metri deve quasi fermarsi per non investire i remi di chi le taglia la corsia, senza che i giudici intervengano: conclude in quinta posizione, con molto rammarico perché, visti i tempi della finale, se fosse partita bene e libera da intralci sarebbe salita sul podio. Si poteva ricorrere, ma, vista la situazione gnerale, con molto fair play Pignone preferisce accettare il verdetto del mare.

Katia rivela una grinta insospettabile, dietro a una certa aria di timidezza, termina in quarta posizione ad appena 4 secondi dalla terza e appare delusa del risultato finale dopo il buon esordio in batteria, ma ha torto perché questa esperienza le servirà per a capire che nulla è facile e che deve continuare a lottare e crescere come ha dimostrato di saper fare.

Silvia Marullo, unica ligure in finale al Trofeo Vachino di Sanremo


Fine della pagina