LEGA NAVALE ITALIANA

Sezione di Savona

 

CAMPIONATO SOCIALE 2013 G.S.D. PESCASUB

XXV° “ TROFEO CREVANI-GARBARINO

 


  

CAMPIONATO SOCIALE  2013 G.S.D. PESCASUB

XXV° TROFEO CREVANI-GARBARINO

30/03/2014 – Genova Quinto - recupero 3° prova

Cappotto generale nel fondale deserto

A cura di Facco Giorgio

  

Dopo le sfavorevoli condizioni meteo della stagione autunnale, seguite dalle burrasche invernali, che hanno reso necessari i “tempi supplementari” domenica 30 marzo si è finalmente disputata la 3 prova del campionato sociale 2013, penultima delle quattro in programma.

Alla gara erano presenti quattro atleti mentre gli  altri erano assenti per motivi famigliari.

Il capo gara scelto di Genova Quinto, più adatto a questo periodo, offre la possibilità di pescare sia vicino a riva sia leggermente più in profondità in un fondale con del grotto.

L'inizio della gara è stato dato alle ore 9 come normalmente avviene nelle nostre gare.

Al via, Umberto Baccino e Giorgio Facco si sono diretti a sinistra mente Fabio Mazzara e Marco Rapetto andavano a destra.

Dopo qualche decina di metri, Umberto e Giorgio hanno incontrato una bella sorpresa... un folto gruppo di palloni e plancette con annesse imbarcazioni, dirette verso di loro, dei partecipanti alla gara selettiva regionale... Pertanto è pronto e doveroso dietro-front ha evitato agli apneisti di invadere il campo gara ufficiale.

Umberto nelle prime due ore di gara ha pescato in poca acqua per poi passare, per il tempo restante, sul medio fondale senza riuscire a vedere nessun pesce di taglia che potesse essere catturato: pertanto usciva al termine della gara con un pesante cappotto.

Anche Fabio, ha pescato per circa un paio di ore, non vedendo nessun pesce, per cui,  complice la mancanza di allenamento, ha deciso di uscire anticipatamente dall'acqua.

Stessa situazione anche per Marco, che in realtà è riuscito a vedere un piccolo branco di cefali, pescando nella schiuma, ma non ha saputo cogliere il momento giusto per lo sparo durante un agguato tra gli scogli affioranti

Giorgio ha provato a pescare sia in terra sia nel medio fondale ma anche per lui il risultato finale è stato un pesante cappotto, tanto più “dolente” dall’essere riuscito a vedere per ben tre volte da galla il passaggio di cefali, senza mai avere l'occasione di poter sparare a causa dell'eccessiva lontananza dei pesci.

Fatto sta che la classifica del campionato non ha subito variazioni, dato che nessun atleta è riuscito a portare neppure un pesce sul piatto della bilancia.

La ripresa della stagione agonistica  è stata pessima, la peggiore degli ultimi anni: speriamo che vada meglio la prossima gara, di recupero dell'ultima prova del campionato 2013.

Giorgio Facco