LEGA NAVALE ITALIANA

Sezione di Savona

 

CAMPIONATO SOCIALE 2013 G.S.D. PESCASUB

XXV° “ TROFEO CREVANI-GARBARINO

 


  

09/06/2013 – 1° prova – Capo Mortola

 

Anche nella pesca c’è crisi… vittoria di Giorgio Facco

A cura di Facco Giorgio

 

Domenica 9 giugno si è svolta la prima prova del Campionato Sociale 2013 del Gruppo Sportivo PescaSub della Lega Navale savonese.

Ci siamo ritrovati alle ore 06.30 presso la sede della L.N.I. di Savona ma eravamo in pochi: il d.t. Umberto Baccino, Fabio Mazzara ed il sottoscritto; molte assenze per motivi familiari ed assenti per una vacanza di pesca nella bella Corsica (Marco e Massimo salutati prima della partenza).

Dopo aver trasferito tutto il materiale in una sola macchina, partiamo per la destinazione: Capo Mortola a Ventimiglia.

Alle 09.00 è stato dato il via alla gara con termine prefissato per le 13.00

Fabio, che è stato lontano dal mare per parecchi mesi, ha deciso di rimane nei pressi della spiaggia per cercare di catturare qualche preda pescando con la tecnica del razzolo e della caduta, con cui è riuscito a catturare un solo tordo di peso inferiore al minimo. Dato il suo stato di preparazione, dopo circa 2 ore è uscito dall’acqua per riposare sulla piccola spiaggia in compagnia degli altri “bagnanti”.

Umberto ha deciso di provare a pescare in prossimità e al largo della secca ma purtroppo ha scovato solo corvine e cernie di piccola taglia. Durante l’ennesimo tuffo, è riuscito a catturare un bel tordo marvizzo (di 627 grammi, che è risultato la preda più grande della giornata). A metà gara ha deciso di cambiare zona senza riuscire a catturare altre prede.

Il sottoscritto ( Giorgio ) ha puntato direttamente sulla secca vicina per verificare se c’era qualche sarago ma purtroppo non ne ha visti di taglia sufficiente; provando a pescare leggermente più a fondo, l’acqua gelata e l’assenza totale di movimento del pesce gli hanno fatto cambiare strategia di pesca, cercando le prede in acqua bassa e più calda. Con la tecnica del razzolo e della pesca in tana, ha catturato 5 tordi marvizzi (3 validi, poco superiori ai 300 gr) che gli hanno permesso di vincere la gara; peccato invece per una bella orata a distanza imprendibile, avvistata durante la fase finale della gara.

In conclusione, sembra che la scelta di quest’anno, di programmare le gare nella bella stagione, per vedere se la situazione venatoria migliorava, non abbia dato l’esito sperato.

Giorgio Facco