LEGA NAVALE ITALIANA

Sezione di Savona

 

Catture on line dei PescaSub LNI Savona


Catture on line dei PescaSub LNI Savona

 

Stagione 2004, un’altra bella cattura

 

Savona, 25 luglio 2004

Una ricciola di 8 Kg

 

Qualche settimana dopo la cattura da parte di Marco di una leccia di quasi 9 kg decidiamo di battere nuovamente la stessa zona fiduciosi di poter incontrare qualche altro bel pelagico di passaggio. Per non correre il rischio di trovare altre imbarcazioni sul posto, decidiamo per una pescata all’alba:, quindi appuntamento alla Lega Navale ancora nel buio della ”notte“ in modo da avere il tempo di mettere il gommone in acqua, vestirci e raggiungere la zona di pesca al sorgere delle prime luci del sole. Quando entriamo in acqua per raggiungere le nostre abituali postazioni la luce del sole e di conseguenza la visibilità sott’ acqua sono ancora talmente basse che dobbiamo attendere qualche minuto prima di poter effettuare i primi tuffi armati, come di consueto in questa stagione, con “l’artiglieria pesante”.

Il nostro ottimismo iniziale aveva per fortuna un fondamento, infatti, dopo solo un paio d’immersioni mi vedo sfrecciare, proveniente dalla mia sinistra, un siluro argenteo; riconosco chiaramente la sagoma di una ricciola ma, complice la non ancora ottima visibilità e la lontananza del bersaglio, non so stimarla; nel frattempo istintivamente allungo il braccio nella sua direzione e lascio partire il colpo che la centra, solo allora mi accorgo d’averla colpita da molto distante in pratica al limite di tiro del mio fucile pneumatico da 110 centimetri che nel caso, ed aggiungo per fortuna, corrispondono a sei metri abbondanti.

Dopo aver aperto la frizione del mulinello, prendo immediatamente la via della superficie contrastando la sfuriata iniziale tenendo direttamente la sagola fra le mani in modo da avere una maggiore sensibilità.

Una volta riemerso, un cenno d’intesa fa capire a Marco che è giunto il momento di doppiare il pesce che nel frattempo aveva preso la via del fondo, infatti il mio socio dovrà scendere fino a 24 metri per assestargli il colpo di grazia che andrà a buon fine permettendomi di mettere a paiolo una preda di 8 Kg.

 

Nella foto a sinistra Massimo Fantino autore della cattura, a destra con il compagno di pesca Marco Arbarello