LEGA NAVALE ITALIANA

Sezione di Savona

 

Catture on line dei PescaSub LNI Savona

Catture on line dei PescaSub LNI Savona

UN GIUGNO CHE PROMETTE BENE

8 giugno 2001 - mare di Savona

La prima ricciola di una bella serie

Ci troviamo nella secca che in più occasioni ci ha dato delle soddisfazioni, speranzosi di fare ancora qualche piacevole incontro, siamo posizionati a circa 50 metri uno dall’altro ed eseguiamo una discreta serie di aspetti senza notare nessun movimento particolare della mangianza, nostro fondamentale campanello d’allarme che ci segnala la presenza o l’arrivo, nella nostra zona d’appostamento, di qualche predatore.

Ad un certo punto, mentre sono sul fondo, noto che la mangianza alla mia sinistra si sposta rapidamente verso il lato opposto, ed ecco comparire una bella ricciola stimata tra i 15 ed i 20 Kg che sfreccia velocemente davanti alla punta del mio fucile, ma sfortunatamente fuori tiro. Riemergo ed avviso immediatamente Massimo, decidiamo così di alternarci nelle discese sul punto dell’avvistamento, ma del pesce neanche una squama, sembra scomparso. Dopo numerosi tentativi, Massimo si allontana per tornare nella sua zona a recuperare il pallone segna sub per poi dirigersi verso il gommone e, visto che quest’ultimo si trova nelle mie vicinanze, decido di aspettare il rientro del compagno per uscire dall’acqua. Passano pochi minuti, quando mi sento chiamare animatamente dal mio socio. Mi avvicino e noto con piacere che ha sparato a una bella ricciola, colpendola bene a centro corpo: per sicurezza decidiamo di doppiarla per infliggerle il colpo di grazia.

Una volta a bordo del gommone, Massimo mi racconta la "strana" cattura.

Si era allontanato per recuperare il pallone e, una volta sceso sul fondo per liberare il pedagno incastrato fra le rocce, aveva fatto un ultimo speranzoso aspetto ("non si sa mai"), ed infatti dopo poco, notando la fuga della mangianza alle sue spalle, aveva alzato immediatamente lo sguardo scoprendo tre bellissime ricciole che nuotavano affiancate a mezz’acqua, sfregandosi una con l’altra forse, chissà, in amore. Era allora risalito mettendo il fucile in posizione di tiro, ma due delle ricciole avevano notato la sua presenza e erano scartate lateralmente mentre la terza aveva avuto un attimo di esitazione, quanto basta per mirare e far partire l’asta da 7mm che la aveva trapassata facilmente.

Dopo di che era risalito aprendo la frizione del mulinello, per poi metterla in trazione una volta giunto in superficie. Poi mi aveva chiamato per il colpo di grazia ("meglio non rischiare").

Una bella cattura frutto di molta determinazione e, non si può negarlo, di un pizzico di fortuna che non guasta mai.

Rientrati alla Lega Navale di Savona, doccia veloce per poi effettuare la pesatura e le foto nel mio magazzino delle attrezzature, dove avevo dimenticato (o forse lasciato per scaramanzia) bilancino e macchina fotografica.

Risultato: 15 Kg spaccati, non male per essere la prima della stagione.

Marco Arbarello e Massimo Fantino