LEGA NAVALE ITALIANA

Sezione di Savona


2^ Prova del Campionato sociale 2002

Gruppo PescaSub – L.N.I. Savona

 

19 maggio 2002 - XX Miglia - Capo Mortola

 

a cura di Marco Arbarello

 

Finalmente, dopo due rinvii consecutivi dovuti al cattivo tempo, domenica 19 maggio riusciamo a svolgere la seconda prova del campionato sociale del Gruppo PescaSub L.N.I. Savona, sul meraviglioso campo gara di Capo Mortola.

 

Il campo gara di Capo Mortola è situato al confine fra l’Italia e la Francia e più precisamente a Latte frazione di XX Miglia, ed è caratterizzato da un promontorio di roccia che, affacciandosi sul mare, crea una punta ai lati della quale si trovano due zone di basso fondo, con roccia mista a posidonia, dove si possono insidiare cefali, salpe, qualche sarago e in inverno branzini; verso il largo, la zona di roccia prosegue intervallata da grandi distese di posidonia (per una profondità di circa 12 mt) fino a raggiungere, a circa 400 metri da terra, una splendida secca di roccia con spacchi e franate di massi che fanno tana, con cappello a non più di 3-4 metri dalla superficie.

Qui si possono incontrare tutte le specie di predatori, dentici, ricciolette, barracuda, ecc. e di pesci da tana come corvine e saraghi.

Per raggiungere la secca, basta dirigersi verso una grossa boa gialla messa come segnalazione per i naviganti vista la pericolosità del basso fondo.

 

L’orario previsto per il raduno della prova di campionato è fissato alle 6.30 presso il porticciolo Miramare, sede della Lega Navale Italiana di Savona. Nuovamente scarsa la partecipazione degli iscritti al gruppo, ma per fortuna sono presenti i migliori piazzati della precedente prova, quindi si prospetta una gara agguerrita.

Arrivati a Latte verso le 8.30, diamo una controllata alle condizioni del mare che, a parte una leggera onda lunga dovuta probabilmente alla perturbazione dei giorni precedenti, sembrano buone. Per raggiungere la spiaggia da cui si darà il via bisogna attraversare, con attrezzatura in spalla, un bosco lungo un sentiero scosceso per una decina di minuti di camminata che all’andata sono sopportabili, ma che diventano massacranti al ritorno dopo quattro ore di gara.

Terminata la fase di vestizione diamo il via alla prova alle 9.15 che terminerà dopo quattro ore nello stesso punto della partenza. La visibilità è discreta sottocosta, leggermente peggiore sulla secca: l’acqua si è gia scaldata ed è lontana dalle rigide temperature invernali, infatti, il termometro del mio orologio indica circa 17/18°.

Il primo ad uscire dall’acqua, dopo tre ore, a causa di un fastidioso mal di testa è il sottoscritto, con un carniere costituito da due tordi, un sarago e un bel barracuda (al peso 1,8 Kg). A seguire gli altri quattro partecipanti, con Claudio che ha nel suo cavetto due tordi e un’altro bel barracuda, più grande del mio, che risulterà il pesce più grosso della giornata fermando l’ago della bilancia a 2,6 Kg. Massimo e Fabrizio riemergono purtroppo a mani vuote, mentre per ultimo arriva Angelo che, a causa di un grosso grongo di circa 4 Kg che non ne voleva sapere di uscire dalla tana, giunge a terra al limite di tempo previsto per il fine gara, con in carniere anche un denticiotto catturato nell’ultima mezzora.

 

Dopo i vari racconti riguardanti pesci avvistati e non presi, vedi le due oratone di un paio di chili di Claudio e il dentice nascosto sotto il custo di posidonia sul quale era appostato Massimo, e quelli sbagliati, vedi una bella corvina di oltre un chilo che ho padellato clamorosamente, passiamo al rito della pesatura ottenendo così la classifica riportata di seguito:

 

 

19-05-02 - classifica 2^ prova campionato sociale pescasub lni savona

aTLETA

PREDE CONSEGNATE

PREDE VALIDE

PESO PREDE VALIDE (in grammi)

TOTALE COEFFICENTI PREDE

TOTALE PUNTEGIO

PIAZZAMENTO

PUNTI CASSIFICA

Paolino Claudio

3

2

2977

2000

4977

1

10

Arbarello Marco

4

2

2115

2000

4115

2

9

Carlevarino Angelo

1+1 a coef.

2

492

2000

2492

3

8

Fantino Massimo

0

0

0

0

0

N.C.

0,5

Ginepro Fabrizio

0

0

0

0

0

N.C.

0,5

Zanini Felice

-

-

-

-

-

N.P.

0

Baccino Umberto

-

-

-

-

-

N.P.

0

Pischedda Gianluca

-

-

-

-

-

N.P.

0

Casu Andrea

-

-

-

-

-

N.P.

0

Zunino Danilo

-

-

-

-

-

N.P.

0

CoppoMassimiliano

-

-

-

-

-

N.P.

0

Profeta Gianni

-

-

-

-

-

N.P.

0

Preda più grossa: Barracuda Mediterraneo g 2635 di Paolino Claudio