DIRETTIVE PER LA DEFINIZIONE DELLE CATEGORIE

 

estratto dalla

Normativa FIV per la vela d’altura - Parte seconda

 

(punto 2) Le imbarcazioni saranno distinte nelle seguenti Categorie:

- Regata                       (tutte le imb. Regata post ’91)

- Crociera/Regata       (Regata varate ante ’92 e Crociera / regata successivo punto 4)

- Minialtura                              (punto 5)

- Crociera                    (punto 6)

 

(punto 3) Categoria “Regata” = certificato IMS Standard con la dicitura “Racing” in conformità alle Regulations IMS per le sistemazioni da regata. Le barche varate prima del 1/1/92 possono far parte della “Crociera/Regata” anche se sprovviste delle relative Regulations.

 

(punto 4) Categoria “Crociera/Regata” = certificato IMS Standard con la dicitura “Cruiser/Racer” in conformità alle Regulations IMS per le sistemazioni da cociera. Per i casi dubbi, dovrà essere richiesta e farà fede la certificazione dell’apposita Commissione inappellabile FIV/UVAI.

 

(punto 6) Categoria “Crociera” (attività di base) = certificato IMS Standard, ORC Club o IRC semplificato in conformità all’art. 2.2. delle Disposizioni Tecniche.

Divieto di utilizzo di Atleti Classificati.

Barche con nessuna modifica a scafo, appendici e configurazione originale da diporto, con arredi interni da crociera completi e idonei per lunghe navigazioni e caratterizzate da attrezzature adatte ad una facile crociera, quali:

Rollafiocco con vela installata, oppure vela di prua con Garrocci;

Rollaranda;

Ponte in teak completo;

Elica fissa;

Alberatura senza rastrematura;

Salpa-ancore installato;

Desalinizzatore proporzionato;

Vele di tessuto di bassa tecnologia;

Bulbo in ghisa (qualora nella serie fosse previsto anche quello in piombo)

Bow-Thruster;

Impianto di condizionamento, ecc.

 

Le Società Organizzatrici dell’attività per la Categoria “Crociera” devono prevedere nel Bando l’obbligatorietà di tre o più dei sopra specificati parametri, per l’ammissibilità al Gruppo “D” “Crociera”.

Per i casi dubbi farà fede l’interpretazione della Commissione FIV/UVAI. 

 

(punto 7) Si applicano tassativamente le norme all’attività federale nazionale, per le altre manifestazione se ne consiglia l’applicazione. Sono vietate la applicazioni con variazioni arbitrarie e/o parziali.

 

(punto 8) CLASSI IMS / valori GPH (suddvisione in vigore da 1/1/2003):

A:      meno di      510 sec/mn

1:                da     510 a 595 sec/mn

2:                da     595 a 630 sec/mn

3:                da     630 a 665 sec/mn

4:                da     665 a 730 sec/mn

5:                oltre  730 sec/mn – oltre min. LOA >= 6 mt

 

(punto 9) La classifica è in tempo compensato.

 

( segue – vedere NORMATIVA PER LA VELA D’ALTURA 2003  sul sito www.federvela.it )