Comitato dei Circoli Nautici del Ponente Ligure

 

Campionato Invernale di Vela d’Altura
Pegli-Ponente 2002/2003

1^ Prova - 27 ottobre 2002 - Cogoleto


 

Nel mare di casa, brillano gli equipaggi di Cogoleto

 

Scirocco leggero a 5-6 nodi e onda pronunciata, un cocktail sgradito alla maggior parte delle barche da crociera che costituiscono la flotta del campionato invernale Pegli-Ponente.

Fra le 53 barche partenti, delle 61 iscritte, hanno approfittato della brezza le barche da regata pura, con gli interni ridotti al minimo essenziale, che con queste condizioni scivolano via leggere mentre le avversarie si muovono a fatica nello sforzo titanico di trascinare tutti gli arredi e i comfort da crociera, con distacchi fra prime e ultime di quasi 2 ore.

Per evitare di mandare tutti fuori tempo massimo, la giuria ha posato un percorso molto corto, con lato di 0,7 miglia  da percorrere per tre giri per complessive 4,6 miglia (ridotte a 3,4 per la 5^ classe PMS). Forse sarebbe stato meglio il lato regolamentare, lungo il doppio, e una riduzione a due soli giri per dare modo alle barche di distendersi meglio. Le più veloci sono infatti riuscite a percorrere i lati di bolina in appena 15 minuti, troppo poco per impostare le tattiche, completare eventuali rimonte, e soprattutto per sfruttare al meglio gli spinnaker in poppa.

 

Nella prima partenza, riservata alla categoria d'eccellenza IMS, si sono messe subito in luce Vega e Sparviero, mentre Ababai è stato richiamata indietro dalla bandiera "X" per partenza anticipata. Poi sono riuscite ad uscire dal gruppo anche Helga III-Marina di Arenzano, Betelgeuse e Lancelot.

Nel secondo giro, Helga III ha fatto una rimonta capolavoro con una bella poppa sottocosta (facendo valere il fattore campo, ossia la conoscenza del proprio mare da parte di questo fortissimo equipaggio di Cogoleto plurivittorioso nell'invernale del ponente) e ha riagganciato Sparviero, che è un derivone spaventosamente veloce per le sue dimensioni, uscito dalla matita del neozalendese Bruce Farr, mago delle barche plananti sull'onda lunga dell'Oceano Pacifico. Invece Vega è stata bloccata da una "caramella" dello spinnaker degna di "paperissima" che ha consentito il sorpasso da parte di Lancelot.

Nel terzo giro è andata a buon fine un'altra splendida rimonta operata dal "piccolo" Betelgeuse e si è rivista fra le prime anche Ababai, che è riuscita a recuperare quasi tutto ma non tutto il tempo perso per ripartire: a bordo devono essersi mangiati le mani per avere gettato al vento una possibile vittoria con la partenza anticipata rilevata dalla giuria, un intoppo ricorrente per questo equipaggio amante del rischio della prima fila, che parte sempre millimetricamente e pericolosamente vicino alla linea di partenza.

Dopo 1h 31' di regata, Helga III ha concluso per prima la prova, staccando di dieci minuti il piccolo e pestifero (nel senso di "Pierino la peste…") Sparviero, che ha preceduto Vega  (una barca  quasi 5 metri più lunga… ) di un minuto, Betelgeuse di quattro minuti, Lancelot di sei e Ababai di sette.

Nella classifica generale IMS in tempo corretto, dietro a Helga III di Francesco Pastorino (One tonner che difende i colori del C.V. Cogoleto) e Sparviero di Alessandro Pedone (Farr Platu 25 del C.V. Cogoleto), brilla in terza posizione Betelgeuse di Carlo Ravarino ( X-332 della L.N.I. Milano) e in quarta l'ottimo Kinoù di Graziano Bonaldo (First 310 del S.N. Il Pontile - Prà) che si fa "pagare" più di un quarto d'ora di handicap dagli avversari più grandi ma non abbastanza lesti.

 

Nella categoria promozionale PMS, il leggero e veloce XS (3^ classe) ha approfittato delle condizioni meteo riuscendo a completare la prova in 1h:49', con un distacco di 18 minuti dal pari classe Sea Bubble, di 27 minuti dal piccolo (4^ Classe Regata) Spruin, e di 37 minuti dal 4^ classe Mirpao 2000.

Invariato l’ordine della classifica generale PMS in tempo corretto, in cui XS di Jovino (Jod 35) precede Sea Bubble di Benito Rossi (Selection del CV Cogoleto), Spruin di Patrizia Saccà (Surpise della LNI Genova S.P.) e Mirpao 2000 di Maurizio Cervetto (Rimar 31 del CV S.Margherita L.)

 

Nella 5^ classe PMS, che compie per regolamento un giro in meno di percorso, si è imposto Grisoù di Nicola Tissone ( EC26 modif. della LNI Savona ) che ha completato le 3,4 miglia di percorso in 1h:47', precedendo di 5 minuti Cometa di Carlo Ciccarelli (Cometa 285 della S.N. Il Pontile - Prà) e di 9 minuti Popeye di Marco Astengo ( Show 27 del C.V. Interforze - Genova ).

 

La prossima prova è in programma il 10 novembre, sul campo di regata antistante il Polcevera.


Fine della pagina