Comitato dei Circoli Nautici del Ponente Ligure

CN Loano, CN Finale, LNI Savona, CN Varazze, CV Cogoleto, CV Arenzano, LNI Genova S.P.

Campionato Invernale del Ponente Ligure 2001/2002

12° edizione

09/12/2001 - Terza prova


3° CAMPIONATO INVERNALE DI VELA D’ALTURA CITTÀ’ DI PEGLI

TROFEO UFFA YACHT CENTER

Helsingor trionfa nel vento forte in IMS

Bambina, Just a Joke e Valentina si impongono nelle rispettive categorie PMS

 

Finalmente una bella regata. Dopo l'annullamento della prima prova per tempesta e la faticosa bonaccia del secondo appuntamento, la tramontana a 18 nodi ha impegnato a fondo gli equipaggi, e le raffiche a 30 nodi hanno creato seri problemi ad alcune barche.

Sul percorso a bastone della terza prova, con lato di 1,7 miglia, il vento si è mantenuto costante da 20° confermando la bontà della scelta del Comitato di regata guidato da Paolo Molinari del CV Pegli di spostare il campo di regata un po' più a ponente di Vesima.

 

La partenza è stata data con 25 minuti di ritardo, perché il vento a 25 nodi e soprattutto le raffiche avevano creato qualche problema. Alla fine si sono contati sei ritiri, fra cui quello di Tao (Nordship 28) per ferita alla fronte di una componente dell'equipaggio che, colpita dal boma, ha dovuto essere suturata in ospedale fortunatamente senza altre conseguenze. Brutto spavento, letteralmente degno del suo nome, anche per Notte di Halloween (EC 26) che, sotto le raffiche a 30 nodi, ha rischiato il disalberamento per problemi al sartiame ed è stata rimorchiata in porto da una barca del Comitato organizzatore. La rottura di due vele ha fatto gettare la spugna anche a Key West (Sun Fast 31), così come sono stati costretti al ritiro X-Wave (X-332) e il piccolo Uffa (Blue Sail 24) la cui agilità, apprezzabile nelle brezze leggere, può soffrire il vento duro.

 

Alcune barche di vertice sono partite male, come è successo a Helga III che ha mancato i segnali di avviso ed è stata costretta ad una prova all'inseguimento di Amelie, il Dufour 414 Trophy di Besio dello YCI che ha concluso le 8,7 miglia di regata in 1h25' precedendo di due minuti in tempo reale Helga III, e Idea Fissa, Elo II, Lancelot e Dragon Lady, distanziate di un minuto fra loro. A dieci minuti dalla prima è arrivata Helsingor, X-343 di Saettone della LNI Savona, che si è aggiudicata la prova con un distacco di 35 secondi in tempo corretto su Amelie e di 3 minuti su Helga III.

Helsingor gode indubbiamente di un ottimo GPH, ma è anche molto ben portata da un equipaggio che non esita a giocare quando il gioco si fa duro. Che questa prova sia stata dura lo dimostra, ad esempio, il diario di bordo di Lancelot, che registra la rottura del Genoa 3 già prima della partenza, cosa che ha poi costretto la barca a bolinare male con il Genoa 4. Ma non è finita, perché in una abbattuta con 30 nodi si è aperto il gancio del tangone e, mentre lo spinnaker si è alzato a bandiera, la violenta strambata della randa che ne è seguita ha divelto il vang. Lo spinnaker è poi stato trascinato a lungo in mare prima che l'equipaggio riuscisse ad issarlo a bordo con fatica sovrumana. Visto che non aveva subito danni, lo spi è stato issato nuovamente non senza annodarsi a caramella. Evidentemente, per lo spi doveva proprio essere una giornata da dimenticare perché, dopo essere uscito indenne dalle due tremende sollecitazioni, si è poi rotto in ammainata strisciando banalmente su qualche candeliere.

 

Dopo due prove, in testa alla classifica generale IMS del Trofeo Uffa Yacht Center c'è la coppia Helga III Arenzano Marina e Amelie, con 4 punti, seguita da Helsingor a 5 punti.

 

Nel Raggruppamento A e B della categoria PMS, vittoria di Bambina, Stag 32 di Ponsicchi della LNI Genova Centro. La prima arrivata in tempo reale è stata la detentrice del titolo Sea Bubble, Selection di Rossi del CV Cogoleto, che ha completato il percorso in 1h 48', con un distacco di oltre quattro minuti e mezzo su Bambina e di dieci minuti su Sunny II, che non è risultato sufficiente ad assicurarle il successo.

Bambina guida pertanto al classifica PMS A-B del Trofeo Uffa Yacht Center, precedendo Sunny II, Sea Bubble, Bamboo e Shalom,

 

Le barche dei raggruppamenti C e D della categoria PMS hanno effettuato un percorso di sole 5 miglia, come previsto dal regolamento dell'invernale per limitare la durata della permanenza in mare delle barche più piccole nelle fredde giornate di vento forte.

 

Nel gruppo C degli scatenati Regata inferiori a 7,5 metri, secondo successo di Just a Joke, J24 di Maresca dello YCI, che ha completato la prova in appena 1h 07', con un distacco di 14 minuti su Surprise di Patrizia Saccà della LNI Sestri Ponente

 

Nel gruppo D, le 5 miglia del percorso sono state completate in 1h 23' da Grisou, EC 26 modificato di Tissone della LNI Savona, con un distacco di 5' su Valentina, l'Arlecchino dei tenaci Cerchiara e Menoni della LNI Genova Centro. In tempo compensato, Valentina si è aggiudicata il successo su Grisou, sopravanzato di un minuto, e Vega II.

 

Dopo due prove, Valentina guida con 3 punti la classifica PMS - D, seguita a punti da Grisoù e a quota 7 da Popeye.

 

Conclusa la prima fase dell'invernale 2001-2002, la prossima prova è in programma il 13 gennaio a Vesima. Poi rotta a ponente dalla quinta prova, nelle acque di Cogoleto il 27gennaio, di Celle sabato 9 febbraio (recupero prima giornata), ancora Celle domenica 10 febbraio e 9nfine Albisola il 24 febbraio.

 


Fine della pagina