Comitato dei Circoli Nautici del Ponente Ligure

CN Loano, CN Finale, LNI Savona, CN Varazze, CV Cogoleto, CV Arenzano, LNI Genova S.P.

Campionato Invernale del Ponente Ligure 2001/2002

12° edizione

 


3° CAMPIONATO INVERNALE DI VELA D’ALTURA CITTÀ’ DI PEGLI

TROFEO UFFA YACHT CENTER

COMUNICATO N. 3 di MODIFICA ISTRUZIONI

A parziale modifica delle istruzioni, l'articolo 14) TEMPO MASSIMO viene modificato e suddiviso in due parti 14.A) VALIDITA' DELLA REGATA e 14.B) TEMPO MASSIMO.

 

Formulazione originale e non più valida dell'Art. 14 delle Istruzioni di regata

14) TEMPO MASSIMO

IL tempo limite è stabilito in 3 ore. Se entro tale tempo nessuna imbarcazione risultasse arrivata, la regata sarà annullata. In deroga alla regola 35 I.S.A.F. 2001/2004, saranno classificati i concorrenti arrivati entro 90 minuti dal primo assoluto di categoria.

In caso di riduzione di percorso, la linea di arrivo verrà tolta 45 minuti dopo l’arrivo del primo assoluto di categoria.

 

Nuova formulazione dell'Art.14 delle Istruzioni di regata

14.A) VALIDITA' DELLA REGATA

IL tempo limite è stabilito in 3 ore. Se entro tale tempo nessuna imbarcazione risultasse arrivata, la regata sarà annullata.

14.B) TEMPO MASSIMO

In deroga alla regola 35 I.S.A.F. 2001/2004, il tempo limite di 3 ore potrà essere prolungato di 90 minuti a decorrere dall'arrivo del primo assoluto di categoria (definizione categorie: IMS, PMS A-B, PMS C, PMS D) e saranno classificati i concorrenti di ogni categoria arrivati entro il tempo massimo di 3 ore più l'eventuale estensione, che potrà variare da 0 minuti fino a un massimo di 90 minuti in base al tempo impiegato dal primo assoluto di categoria.

nota: PMS A-B = cl. 1-2-3, PMS C = cl. R4-R5, PMS D = cl. 5 come definito nell’elenco Classi PMS

 

Si precisa che, a parte l’unificazione del tempo "extra" a 90 minuti sia per il percorso completo sia per la regata ridotta, la modifica apportata all’articolo 14 non cambia le "intenzioni originali del legislatore" ma si limita a chiarire la corretta interpretazione delle stesse.

Pertanto la durata della regata non risulterà mai inferiore a 3 ore (come dalle precedenti applicazioni dell’articolo sul tempo massimo nelle passate edizioni del campionato invernale) con possibilità di prolungamento oltre tale tempo limite di 3 ore, fino a un massimo di 4:30 ore.

Purtroppo, la precedente formulazione dell’Art. 14 poteva fare ritenere che il tempo limite potesse scadere anche prima delle 3 ore, conteggiando i 90 minuti ( oppure 45 in caso di riduzione ) dall’arrivo del primo. Questa soluzione, adottata nelle regate di derive e/o comunque monotipo, è improponibile nelle regate in tempo compensato fra barche di tipo e dimensioni anche molto diverse, con prestazioni molto differenti fra le prime e le ultime arrivate che devono pertanto avere la certezza del diritto di arrivare entro le 3 ore del tempo limite (come minimo).

 

Si precisa inoltre che la linea di arrivo può non essere tolta allo scadere esatto del termine dei 90 minuti dall’arrivo della prima barca, per consentire alla giuria di verificare che tale presunta prima barca sia effettivamente qualificata ( e, per esempio, non abbia compiuto un percorso incompleto), perché altrimenti può rendersi necessario tenere conto del tempo di arrivo della seconda barca.

I tempi di arrivo di eventuali barche registrate "per scrupolo" oltre la scadenza effettiva del tempo limite non faranno comunque oggettivamente testo per la classifica.

 

Si precisa infine che le modifiche apportate all’art. 14 entrano in vigore dalla regata del 9/12/2001.

Pertanto restano confermate le classifiche pubblicate della prova del 25/11/2001.

 

Genova, 06/12/2001

La segreteria del Comitato Organizzatore


Fine della pagina