LNI SAVONA

15/11/2003


Inaugurazione della banchina adatta alla discesa delle carrozzine sul pontile galleggiante, per l’imbarco delle persone con disabilità

 

La facilità con cui le carrozzine sono scese dalla nuova banchina al pontile galleggiante è stata una piacevole sorpresa per il pubblico presente all’inaugurazione, fra cui l’Ammiraglio Federico Biroli (Delegato regionale LNI), gli assessori Lorena Rambaudi e Roberto De Cia del Comune di Savona, Lelio Speranza (CONI), Pino Corso (FISD), Sandro Becce (Autorità Portuale) e i rappresentanti delle associazioni disabili e delle associazioni impegnate ad avvicinare i disabili agli sport del mare.

 

I due allievi, Cristian e Marco, sono agevolmente scesi con le carrozzine sul pontile e di qui nelle barche a vela 2.4 mR messe a disposizione dal Comune di Savona.

Subito dopo la discesa sul pontile e l’imbarco, sono stati mollati gli ormeggi e, con un bel vento, le barche sono filate via sbandate alla grande.

Quelli che fino a due minuti prima apparivano due disabili in carrozzina, prigionieri del loro “handicap”, hanno nuovamente sorpreso il pubblico, volando liberi e felici nel vento.

 

Come ha scritto Fida Khalo:

Piedi,

che me ne  faccio

se ho le ali per volare

 

La LNI Savona ringrazia tutti coloro che hanno contribuito a “dare le ali” a Cristian e Marco e agli altri disabili che d’ora in poi potranno accedere al mare al Porticciolo Miramare, dal Comune di Savona che ha messo a disposizione le barche del Progetto Mari e Monti dell’Assessore Rambaudi, alla Società Autostrade Torino-Savona che ha fornito i Guard Rail per costruire la banchina, all’Autorità Portuale che ha concesso lo spazio necessario, senza dimenticare i volontari del Canottaggio che hanno realizzato l’opera.

 

Questo è però solo l’inizio.

Per accogliere in maniera adeguata le persone con disabilità che si avvicinano agli sport nautici, è allo studio un progetto per dotare il porticciolo di:

-         elevatore per l’accesso delle carrozzine al salone della sede della Lega Navale;

-          servizi igienici;

-          gruetta per  quanti non sono in grado, da soli, di scendere dalle carrozzine e di salire in barca.

 

La struttura sarà a disposizione anche per la pratica dell’handikayak con le canoe messe a disposizione della A.C. Sabazia dal Comune.

L'imbarco di Cristian su ITA 73

 

Marco si allontana dal pontile su ITA 72

Foto di gruppo di alcuni dei partecipanti all'inaugurazione. Sono visibili, in primo piano, la nuova banchina e, sullo sfondo, il nuovo capannone realizzati dai volontari del G.S. Canottaggio.

 


Fine della pagina